IL CONCEPT

Sette giorni e sette notti per inaugurare il Nuovo Mondo attraverso un tributo alla vita.

Un festival epico dove parole e pathos si mescoleranno in modo creativo e inaspettato, mentre la luna insegue il sole.

Ogni giorno ed ogni notte saremo devoti alla celebrazione della vita nei suoi aspetti più emozionali, sia tribali sia spirituali, attraverso la musica, le canzoni e la danza. 
Il giorno sarà dedicato ad attività volte a gettare le basi per la costituzione di un nuovo mondo: discussioni filosofiche e scientifiche, su basi costruttive e logiche avverranno durante le letture, le tavole rotonde i workshop e i dibattiti. 

Ogni giorno ci focalizzeremo su uno o più dei temi fondamentali relativi allo sviluppo di un modo di vivere alternativo e desiderabile. 
Ampi spazi aperti ospiteranno stand, palchi e aree per performances di vario genere, per incoraggiare un continuo scambio di conoscenza, tecnologie, visioni, esperienze e progetti.
Un’ampia varietà di aree ristoro proporranno cibo naturale e genuino. Il nostro scopo è di creare un ampio villaggio temporaneo dove possiamo incontrarci e conoscerci, iniziando gruppi di discussione, ricaricando le batterie e riorganizzandoci. 

Economia:
un nuovo modello per scambiare beni e servizi, lontano dalle vecchie dinamiche di valuta e debito infinito.
Salute, Sport e Nutrizione:
un nuovo concetto di salute che potrà eliminare le barriere tra medicina e conoscenza tradizionale, secondo la visione olistica di benessere umano chee attinge dalla primordiale relazione con cibo e natura. 
Indipendenza, sovranità e autodeterminazione:
approcci personali e collettivi che riportano l’individuo ad essere autonomo e responsabile. 
Ambiente e biodiversità:
un modello differente della relazione tra ecosistema e società, abbracciando la visione di sostenibilità in tutte le forme di vita e specie.
Scienza:
una rinnovata concezione di scienza e conoscenza, supportata e guidata dalla consapevolezza e dal sentimento del bene superiore. 
Produzione:
un nuovo modello per l’industria e per quelle società che vogliono abbandonare la cieca e disastrosa dinamica della crescita infinita di estrazione, produzione, consumo, spreco industriale, ridando dignità alle tradizioni artigiane. 
Educazione e insegnamento:
una visione differente della scuola e dell’insegnamento, che va al di là della dinamica competitiva e del nozionismo in favore di collaborazioni incoraggianti e pensiero critico, permettendo lo sviluppo personale.
Energia:
nuovi metodi di produzione, distribuzione e consumo che possono permetterci di smettere di erodere e avvelenare il pianeta, mantenedo i benefici del progresso e della tecnologia. 
Società:
nuovi prospetti istituzionali per abbandonare il modello di dominazione a favore del vero servizio.